top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreData Protection Forum 2024

FRODI ONLINE IN AUMENTO: LE TECNICHE DEI CRIMINALI DIGITALI

Nell'ampio panorama delle attività online, che spaziano dall'acquisto su internet alla ricerca di informazioni e alla comunicazione con altre persone, la connessione alla rete informatica si è ormai radicata in ogni aspetto della nostra vita quotidiana. Tuttavia, questa costante esposizione al mondo digitale comporta un rischio sempre più elevato di truffe, dove i dati personali, se non adeguatamente protetti, diventano una preda ambita per i criminali informatici.

Nel primo semestre del 2023, l'Osservatorio sulle Frodi Creditizie e i furti di identità ha registrato oltre 17mila casi di frodi creditizie, causando danni stimati che superano gli 83 milioni di euro. Sorprendentemente, il 45,5% delle vittime scopre la truffa entro sei mesi, mentre il 22% si rende conto di essere stato colpito anche dopo cinque anni dall'evento.

La strategia adottata dai cybercriminali rende difficile individuare le azioni malevole fino a quando non si manifesta il danno economico. Secondo le statistiche della Polizia Postale del 2022, il 64% delle truffe informatiche avviene attraverso lo smishing, una tecnica basata sugli SMS in cui il criminale si spaccia per un operatore aziendale per ottenere informazioni personali. Un altro 20% delle truffe avviene attraverso il vishing, simile allo smishing ma sfruttando le chiamate telefoniche. Infine, il phishing, con il 12% di incidenza, utilizza e-mail fraudolente per estorcere dati personali, e la sua rilevazione è resa complessa dalla crescente sofisticazione delle tecniche adottate.

Il furto di identità tramite malware rappresenta un'ulteriore minaccia: i virus installati silenziosamente nei computer delle vittime registrano informazioni sensibili, eludendo i sistemi di protezione antivirus.


Per evitare di cadere vittima di cyberattacchi, è fondamentale adottare alcune pratiche precauzionali. La creazione di username e password sicuri, con combinazioni di lettere maiuscole, minuscole, numeri e caratteri speciali, è essenziale. È importante evitare l'uso della stessa password su diversi siti e bisogna impegnarsi a cambiarla regolarmente. Inoltre, l'installazione di antivirus affidabili e l'utilizzo di browser sicuri riducono il rischio di cadere nelle trappole informatiche.

Infine, l'adozione di sistemi di autenticazione a due fattori e l'attivazione delle notifiche alert per applicazioni contenenti dati personali sensibili, come l'home banking, rappresentano ulteriori misure di sicurezza consigliate.

In un'era in cui la connettività digitale è onnipresente, la consapevolezza e l'implementazione di pratiche di sicurezza informatica diventano imperativi per prevenire le sempre più sofisticate minacce online.


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Rassegna Stampa

Rassegna stampa relativa al Data Protection Forum 2024, svolto a Treviso, presso l'auditorium Fondazione Cassamarca il giorno 10 maggio 2024 dalle ore 9:00.

Comments


bottom of page